Sabato, Ottobre 19, 2019
   
Text Size

PREMIO?per la DIVULGAZIONE?CULTURALE

Philippe Daverio
Passepartout - RAI3

Philippe Daverio ha inventato uno stile per comunicare l’arte presso il grande pubblico. Daverio riesce in modo originalissimo a rendere comprensibile la cultura nelle sue varie espressioni: egli illumina il passato e il presente raccontandoli con un suo linguaggio personale, colto, forbito, immediato e rendendo fruibile il mondo dell’arte a tutti gli strati sociali. E’ stato scoperto come storico dell’arte dal pubblico televisivo nel 1999 come inviato speciale della trasmissione Art’è, e nel 2000 come conduttore di Art.tu su Raitre.
La notorietà è esplosa nel 2001 con Passepartout di Raitre diventata un cult televisivo non solo italiano. Passepartout può contare su oltre un milione di spettatori a settimana, una quota significativa per una trasmissione di impianto culturale: ciò vuol dire che non è vero che la cultura fa scappare i telespettatori, ma dipende da come se ne parla. Il successo della trasmissione si deve a Philippe Daverio autore e conduttore, capace di catturare l’attenzione stimolando ogni tipo di curiosità intellettuale con uno stile affascinante, creativo e veramente unico. La formula del format da lui inventata e della scenografia da lui indicata è quella di una serie di monografie realizzate in modo da potere costituire nel tempo una storia dell’arte alternativa, per immagini, per confronti e per interpretazioni, dove la frontiera fra arti minori e maggiori venga abolita quanto quella fra storia maggiore e antropologia culturale.
Ma Daverio non è “homo televisivus”. Egli infatti, dotato di un poderoso curriculum avviato con la Laurea Bocconi di Milano, e poi specializzandosi in arte italiana del XX secolo, si è dedicato all’arte inaugurando gallerie a Milano e a New York; è stato Assessore alla Cultura nel Comune di Milano realizzando interventi come la ricostruzione del padiglione d’Arte Contemporanea, la ristrutturazione del Palazzo Reale e il suo adattamento a Museo d’arte contemporanea. E’ professore ordinario di Sociologia dei processi artistici presso l’Università di Palermo e dirige la rivista d’arte Art e Dossier.
Dedica la vita all’arte, alle mostre, all’insegnamento, alla stesura di libri, e ogni tanto si affaccia alla finestra della tv per rendere seducenti l’arte e la storia, sfoggiando con orgoglio una classe inimitabile. Daverio ha il pregio di saper parlare, ma anche quello di saper ascoltare e questo lo rende un acuto conoscitore non solo dell’arte ma anche della storia degli uomini.
Marina Pallotta

EDIZIONE 2014

XXXVI edizione

Sabato 6 settembre, alle ore 21, Fregene
La Giuria ha consegnato i riconoscimenti ai seguenti vincitori:

Divulgazione culturale:
NICOLA PIOVANI
“La musica è pericolosa” – Rizzoli

Giornalismo:
MASSIMO GRAMELLINI
“La magia di un Buongiorno” - Longanesi

Comunicazione televisiva:
PIF
“Il Testimone” - MTV

Giornalismo televisivo:
RICCARDO IACONA
“Presa diretta” – RAI 3

Narrativa:
LIDIA RAVERA
“Piangi pure” - Bompiani

 

COMUNICATI STAMPA

  • Slideshow
  • Slideshow
  • Slideshow
  • Slideshow
  • Slideshow
  • Slideshow
  • Slideshow
  • Slideshow
  • Slideshow
  • Slideshow
  • Slideshow
  • Slideshow
  • Slideshow
  • Slideshow
  • Slideshow
  • Slideshow
  • Slideshow
  • Slideshow
  • Slideshow

RSS

Area Riservata